• Owari Subs è su Telegram

    Non ho idea del perché mi sia venuto in mente di farlo, ma era da quando sono tornato a casa dal lavoro oggi che ci stavo pensando, e alla fine ho ceduto.

    Per tutti quelli che usano Telegram, ora ho creato la pagina di Owari Subs anche per quella piattaforma.

    Siccome alcuni utenti lamentavano che Facebook non gli notificava subito i post ma solo dopo diverso tempo, in questo modo si può avere un’ulteriore modo per rimanere aggiornati su quelle poche release che facciamo.

    Per andare alla pagina relativa vi basta cliccare sull’immagine qui sotto e fare l’iscrizione, oppure cercare direttamente in app @OwariSubs.

    Go Ahead!


  • Tirando le somme su Fate/Apocrypha

    Due righe, una immagine, due righe, il link al download, una citazione in corsivo.
    Vi aspettavate questo? Beh, questa volta sarà leggermente più lungo.

    Fate/Apocrypha è stata forse la prima serie con ampio appeal fatta da OwariSubs, qualcosa che non è nemmeno paragonabile a Love Live! o Durarara!!, nonostante siano entrambe disponibili con licenza sul territorio italiano. Una serie con una quantità di pubblico, commenti sul blog e su Facebook, banda in uscita dal server mai visti prima per noi, qualcosa che forse, per quanto siano semplici traduzioni di cartoni per adolescenti, ci può rendere fieri.
    Fieri perché siamo stati gli unici a iniziarla e finirla in italiano.
    Fieri perché, diciamocelo, la versione “ufficiale” presente su Netflix è al limite dell’osceno, fatta da una persona non solo totalmente all’oscuro di tutto l’universo narrativo che circonda Fate, ma anche incoerente con le proprie scelte, che ha tradotto più e più volte nel corso dei primi 13 episodi lo stesso termine in maniera diversa e ogni volta errata (bel record, eh?), che ha fatto fare una figura penosa ad un colosso dell’industria che si è ritrovata un lavoro orribile da pagare, e che ci ha obbligato anche ad un doppiaggio, basato su quelle traduzioni, buono nelle voci, ma completamente inascoltabile a causa della mancanza di senso nei dialoghi.
    Fieri perché 4 persone sono riuscite bene o male a tenere un ritmo serrato per 6 mesi, cercando di rilasciare ogni 7 giorni o poco più un episodio.

    Fate/Apocrypha è stata una enorme delusione, per tutti noi. Un prodotto non solo non paragonabile per qualità delle animazioni (salvo poche eccezioni) ai lavori di ufotable, ma anche scritto malissimo, con scelte incoerenti dell’autore, plot armor su personaggi al limite del fastidioso, una storia d’amore paragonabile a quella tra due bambini dell’asilo (in effetti non mi aspetto un quoziente intellettivo più alto da un omuncolo e da Jeanne).

    Fate/Apocrypha è stata una enorme occasione di divertimento, per i post su Facebook dove si prendevano per il culo i BAM e perché da metà serie in avanti, quando avevamo capito che il treno era ormai avviato verso un disastro di proporzioni bibliche, la cosa che ci spingeva ad andare avanti era l’eterno “Come riuscirà Higashide a deluderci questa settimana?”. E lui, prontamente, ogni settimana è riuscito a ampliare la ferita mortale su quel cadavere di Fate/Apocrypha.

    Fate/Apocrypha è stata una rottura di palle enorme. Non per la serie in se, ma per tutto ciò che è avvenuto attorno.
    La guerra dei mulini a vento non fa per noi da anni, lo abbiamo detto più volte, ma rimane fastidiosissimo vedere ringraziamenti a 4 incapaci che rubano il lavoro altrui, ed è ugualmente fastidioso vedere l’ignoranza che dilaga nella gente che guarda anime, che ancora pensa che sia proprio certa gente a lavorare e buttare ore della propria vita, elettricità e banda per rilasciare i sottotitoli, e le risate e le prese per il culo nominate sopra possono solo mitigare questa cosa.

    Ma soprattutto, Fate/Apocrypha è stata una rottura di palle enorme per una cosa:
    La quantità di pubblico enorme ha portato la peggior cosa che possa accadere ad un gruppo Fansub, i costanti messaggi di “Quando esce il prossimo episodio?” che ricevevamo ovunque: commenti sotto il post di rella, commenti sotto altri anime, messaggi privati. E la cosa più sconvolgente è che, nonostante le risposte stizzite che molta gente si è beccata, anche pubblicamente, alcuni continuavano a chiederlo, a volte anche subito sotto la risposta con retrogusto di cazziatone che si era beccato l’utente sopra solo poche ore prima, senza capire che io, Byakko, Alen e Max non siamo un editore, ma 4 semplici idioti che di ritorno dal lavoro, anziché farmare su FGO e livellare su Overwatch e Rainbow Six Siege, buttano ore settimanali a tradurre, timmare, typesettare e encodare una serie mediocre.

    (N.d.r.: Ci sarebbe anche da nominare quello che ha cercato di minacciarci di morte, ma lo inseriamo tra le occasioni di divertimento e solo con questa nota a margine.)

    E insomma, dopo un bel post-sfogo dovuto a 6 mesi di lavoro su una serie che ci ha abbastanza deluso, ecco l’ultimo (forse) episodio di Fate/Apocrypha.

    Però siccome sono stronzo, il download apparirà solo dopo la permanenza su questa pagina per 10 minuti. Così imparate a chiederci quando esce. Stronzi.
    (Quelli svegli sanno di sicuro come recuperarlo prima).

    Fate/Apocrypha 25 ~ Apocrypha

    Io non so come, e non lo sa nemmeno lui, ma Max sa il giapponese.