Sakurako-san no Ashimoto ni wa Shitai ga Umatteiru – Episodio 12

Ed eccoci arrivati al finale.

Finale che ci ha un po’ lasciati a bocca asciutta non concludendo effettivamente nulla, ma la serie nel complesso è stata un’ottima scelta. Lavorare su una serie simile tornando alla traduzione ongoing dopo Koiuta mi ha soddisfatto.

[ByakRaws] Sakurako-san no ashimoto ni wa shitai ga umatteiru 12 [NoChap]_001_27666

06:54: “sika” è il nome della specie del cervo giapponese. In questo caso si parla nello specifico del Cervus nippon yesoensis, la specie tipica dell’Hokkaido.

07:51: i torii sono quei portali tipici della cultura shinto che si trovano presso i santuari e in altri luoghi sacri.

09:05: il santuario Shirayama Hime è realmente esistente e si trova nella città di Hakusan (che è una lettura diversa di “shirayama”) della prefettura di Ishikawa.

[ByakRaws] Sakurako-san no ashimoto ni wa shitai ga umatteiru 12 [NoChap]_001_31832

 

Un ringraziamento doveroso a Simonyan che si è occupato del timing della serie, ad Alen per il check e il typeset sempre celere e a Max per aver fatto il controllo finale dando la sistemata finale allo script per portarlo a questo livello.

 

Sakurako-san no Ashimoto ni wa Shitai ga Umatteiru – Dodicesimo osso – Sotto i piedi di Sakurako…

Benvenuti… nell’abisso.


6 Responses to Sakurako-san no Ashimoto ni wa Shitai ga Umatteiru – Episodio 12

  1. Avatar Salvo
    Salvo says:

    Grazie mille per la serie

  2. Avatar HylianFebo
    HylianFebo says:

    Grazie mille per la tripla release e per tutta la serie!

  3. Avatar Alast0r
    Alast0r says:

    Come sempre grazie mille per il gran lavoro che fate e per aver portato a termine questa serie che fin da subito mi aveva incuriosito. ? Ora posso procedere a recuperarla in blocco!

  4. Avatar Takagi
    Takagi says:

    Grazie mille per l’episodio e tutta la serie!

  5. Grazie!
    Al minuto 6:26 però c’è un errore: “Bollisco sì le ossa,”

    • Duh, in realtà scopriamo solo ora che il verbo bollire non accetta le forme in -isco.
      In 4 abbiamo visto l’episodio, e tutti e 4 abbiamo pensato che quella fosse la forma corretta, anche perché in caso contrario si sarebbe avuta una orribile omografia con il verbo bollare.
      Vedendo con un po’ di più gente anche in zone simili nell’uso comune ci sono discrepanze su quale forma venga detta.
      Comunque, dato che “io bollo” è aberrante e fa cagare al cazzo, nel pack giriamo la frase e al diavolo.
      Grazie per la segnalazione.