• Tag Archives More moral than AC
  • Japan Anima(tor)’s Expo – until You come to me

    Nota: dopo averne rapidamente parlato, dato che ci faceva male dentro rellare certe cose di un simile progetto, io e Hell siamo giunti a questa conclusione. Dato che i corti senza sottotitoli sono molti più del previsto, d’ora in poi relleremo solo quelli di cui è necessario un lavoro di traduzione/adattamento/typeset, mentre per tutti quelli senza dialoghi o scritte linkeremo solamente il sito ufficiale.
    Nel pack finale con tutti e 30 però li inseriremo in ogni caso.

    EVA32

    Detto questo… HIDEAKI ANNO, THIS IS TROLL.

    Per tutti quelli che hanno visto Rebuild of Evangelion 3.0: You can (not) redo, credo che questo screen preso dal corto di questa settimana sia sufficientemente autoesplicativo.

    Pagina del corto.

     

    Japan Anima(tor)’s Expo – until You come to me

     

    Congratulazioni!


  • La ZONA//GRIGIA del fansub

    Avendo visto proprio ora un certo post in giro per la rete su un argomento che ci riguarda da vicino (il fansub, don’t you say?), abbiamo voluto scrivere questo per ribadire qualche Concetto che abbiamo a cuore.

    Partiamo dal fatto che il fansub è illegale. Punto.
    Qua nessuno ha scoperto l’acqua calda, lo sappiamo, è ovvio, ma è una premessa necessaria per tutto il discorso.

    Ora, perché bruciamo il nostro tempo libero e le nostre energie per mettere i sottotitoli a dei cartoni in cui delle figure storiche si picchiano come se non ci fosse un domani, delle ragazze cantano o degli adolescenti credono di essere supereroi avendo solo un ombrello retrattile in mano?

    Perché prima di tutto siamo degli appassionati. Queste sono cose che amiamo, che vogliamo condividere e farvi conoscere tramite un media chiamato fansub. Non è una cosa che facciamo per dovere o perché puntiamo a fare 9001 download (già se ne facciamo un decimo di quelli brindiamo per sette giorni e sette notti ;A; ), ma perché vogliamo farlo. Ci piace passare le ore su uno script per vedere come tradurre o rendere al meglio le frasi che leggerete, per perfezionare i cartelli, mettere effetti sbrilluccicosi alle canzoni o modificare un font per renderlo più simile all’originale. Tutto questo per poter dare a chi scarica il miglior risultato possibile che soddisfi sia voi che noi.

    E non ho messo dare in italico a caso. Nessuno ci ha chiesto di fare nulla, e di conseguenza non chiediamo nulla a nessuno. “Noi subbiamo gratuitamente senza chiedere nulla in cambio.” [cit. F.A.Q.]

    Ed è così che tutti noi pensiamo che debba essere il fansub.

    Come tutti gli hobby (perché un hobby è, non arrampichiamoci sugli specchi) se vogliamo farlo bene/vogliamo avere certi strumenti per farlo è necessaria una spesa economica, la quale non deve in alcun modo includere l’utenza. È una cosa che vogliamo noi, non una cosa che ci è stata richiesta, quindi abbassarsi a chiedere dei soldi agli altri per noi è davvero ignobile. Ritieniamo che qualunque fansubber che chieda dei soldi alla propria utenza sia quantomeno viscido e meschino. In realtà ci ripugnano e disgustano, ma non volevamo esagerare. Se non ci sono le possibilità economiche per fare qualcosa, semplicemente non la si fa. Punto. Non muore nessuno se non puoi avere la puntata in superhighqualitiBD, dato che comunque una serie puoi vederla tutta in TVrip. Si tratta di un extra figo figo quanto vuoi ma, alla fine, inutile.
    Su tutto un altro livello di schifezza coloro che si fanno pagare per le traduzioni, ma non meritano neanche di essere presi in considerazione, quindi chiudo qui la parentesi.

    Dovrebbe essere tutto, ci vediamo con le prossime release.

    Go Ahead!

    P.S.: Prima che arrivi il finto moralista di turno a darci degli ipocriti a gratis e insultarci perché si sente offeso o ferito, mettiamo in chiaro che Owari Subs per le cose a cui tiene è disposto a metterci del suo.

    P.S.S.: “flame del cazzo, frecciatine idiote o altro verranno brasate senza pietà” .cit. In realtà no, perché vi rendereste solo ridicoli a sbroccare così.